Michele Selillo

Cantautore e Attore

Arriva dai Quartieri Spagnoli di Napoli la nuova promessa emergente della musica partenopea. Si chiama Michele Selillo, talento di 29 anni. Lui si dichiara «fortunato», perché pur essendo «cresciuto in una zona a rischio, ho avuto le idee chiare sin da subito». Da quando aveva 6 anni infatti, forse inconsapevolmente, muove i primi passi in direzione della sua unica meta: quella che conduce al canto e alla recitazione. Passioni che lo hanno portato in breve tempo a testare le sue capacità e vivere il pubblico delle grandi occasioni. I primi approcci con la musica arrivano guardando il noto format “Karaoke”, che lo convince quasi per gioco ad incidere le prime canzoni su cassetta. Poi passa agli spettacoli studenteschi e ai festival per talenti emergenti, dove scala le classifiche e si piazza ai primi posti in più di un’occasione. Nel frattempo si fa le ossa tra artisti che come lui, vogliono cimentarsi nel mondo della musica attraverso concorsi regionali e nazionali. Dopo diversi provini, a soli 18 anni, riesce ad esibirsi nel format televisivo “Amici”.
Eppure, è grazie anche al teatro che Michele affina sempre più la sua tecnica: negli anni al canto affina l’arte della recitazione, sviluppandola in diversi spettacoli dove alterna il ruolo di attore che quello di cantante. «Ho sempre amato i musical e i recital – dice – e poi scrivo canzoni da quando avevo 15 anni». Dal teatro al canto il passo è breve per Michele, che lavora e produce concerti tutti suoi, oltre che spettacoli. Quello di cui va più orgoglioso, tra i tanti, è «C’era una volta e ancora c’è», inserito nella rassegna “Estate a Napoli” e andato in scena al Maschio Angioino. Michele porta all’attenzione del suo pubblico temi forti e attuali, che toccano il contesto sociale del paese, come l’omofobia, la violenza sulle donne e il dramma dei migranti. Il suo curriculum artistico testimonia più di altro i passi da gigante che compie di anno in anno: dalle partecipazioni come protagonista a spettacoli teatrali e musicali diretti e organizzati da Gianfranco Gallo quale ” Quartieri Spagnoli” a spettacoli e varietà dove si esibisce con nomi quali Caterina De Santis, Lucia Cassini, Saverio Mattei, Rosario Ferro e tanti altri nomi nazionali. Nel 2008 canta e recita nello spettacolo “Carosonando con Totò”, la cui direzione artistica è del maestro Beppe Vessicchio. C’è spazio anche per progetti di natura sociale, come il brano che incide per l’associazione “Annalisa Durante”, dietro iniziativa del Comune di Napoli. Nella sua lunga carriera Michele non ha mai smesso di affiancare i progetti progetti benevoli di tante associazione ed è proprio questo a farlo diventare dal 2015 testimonial UNICEF.
Da poco è fuori su tutti i digital store il singolo “Pe’ ce fa ‘nnammurà”, brano per cui verrà girato in Campania a breve il videoclip ufficiale.